Friday, January 03, 2014

I libri italiani / Italian Books (Part 2)

More than two weeks ago, I posted Part 1 of my i libri italiani or Italian Books for Mailbox Monday. Although today is Friday and it's definitely not a Mailbox Monday day, I'd like to continue with Part 2 of my book loot. These books were bought in Italy from the bookstores and book festivals in Rome and Pisa.

For this post, I've included the text from the back covers of each book and they're in Italian. I'm taking this as a scribing practice session per migliorare il mio italiano (to improve my Italian). Let's begin!

Le furbizie di lepre (fiabe, miti e leggende Africane) by Pap Kan. Le lepre è considerata l'animale più intelligente della savana e ispirato tanti racconti divertenti ed educativi ai nonni senegalesi. Forte della sua perfetta conoscenza dei caraterri degli animagli e di una grande capacità comunicativa, riuscirà anche questa volta a cavarsela contro il re Leone, la nonna Elefante, la regina Balena e la feroce Pantera...?
Dal buio alla luce: Nelson Mandela by Pape Gueye. Fervente politico sudafrica, Nelson Mandela è simbolo delle libertà africana dalla vergognosa realtà dell'apartheid. Nato a Mvazo il 18 luglio 1918, Nelson Mandela comincia abbastanza presto l'attività politica a sostegno del suo Paese, all'interno di movimenti contro l'apartheid. Un personaggio storico, una di quelle persone che in vita fanno già parte della leggenda, alla stregua di Mikhail Gorbaciov o Fidel Castro. Nelson Mandela infatti è il simbolo del Sud Africa, appellativo che si è conquistato in un'intera vita spesa alla lotta contro l'apartheid ed all conquista della libertà per il suo popolo. Quello che ha sempre colpito in lui è la sua statura morale e la convinzione con cui ha vissuto la propria vita in favore degli altri.
Il mio viaggio della speranza: dal Senegal all'Italia in cerca di fortuna by Bay Mademba. Il diario di un giovane senegalese che deve attraversare la Costa d'Avorio, la Turchia e la Grecia prima di sbarcare ad Ancona. Truffato, derubato, taglieggiato, per due volte imprigionato in Turchia perché privo di documenti, scampato ai pericoli di una traversata su un battello in balia delle onde, confinato per tre mesi in un campo di profughi a Rodi, sperso per le vie di Atene, felice in Italia.

I bought the above three books from an African guy who was selling books outside the Palazzo dei Congressi during the Più libri più liberi books and/or publishers exhibition. I'm halfway through the first book, Le furbizie di lepre, and I think it's perfect for my A Year of Reading the World challenge for the country Africa. More books below...

Il metodo antistronzi: Come creare un ambiente di lavoro più civile e produttivo o sopravvivere se il tuo non lo è by Robert I. Stutton. Translated by Fabrizio Saulini. Nel 2004 la "Harvard Business Review" pubblicò le venti idee per l'economia del futuro. Tra queste figurava la proposta di Robert Stutton, professore a Stanford, di adottare un metodo per liberare le aziende da bastardi, arroganti, tiranni, maleducati e prepotenti―in una parola dagli "stronzi"―di qualsiasi età, sesso o livello. Secondo numerose ricerche, infatti, il loro comportamento aggressivo e umiliante demotiva i lavoratori, sgretola l'affiatamento del gruppo, causa l'aumento del turnover e l'assenteismo, provocando danni enormi non solo alle vittime a anche alle stutture in cui operano. Quella proposta è diventata un bestseller internazionale da oltre due milioni di copie. Un testo rigoroso e acuto, vivace e ricco di umorismo, che non si limita alla sola analisi della situazione ma fornisce suggerimenti pratici sia ai dipendenti che ai manager per identificare e isolare gli stronzi evitando il contagio, venire a patti con loro (solo quando necessario) e, se proprio inevitabile, cancellarli dalla propria esistenza.
Pellicole di carta. Da Gogol' a Tim Burton: quindici romanzi al cinema by various authors and preface by Nuccio Lodato. Un romanzo sul grande schermo nasce una seconda volta attraverso la metamorfosi dalla fissatà del testo al movimento dell'immagine. Ecco Pellicole di carta, un libro che è viaggio sospeso tra letteratura cinema, in cui la potenza evocativa delle parole si fonde con la forza immaginifica dei fotogrammi: due linguaggi artistici che raccontano in modo diverso storie di uomini e di mondi, grazie a registi e scrittori, in primo luogo autori, che ci consegnano una personale visione della realtà con cui possiamo, e dobbiamo, confrontarci.

The above two books were bought while visiting the booths in the Più libri più liberi books and/or publishers exhibition.

Se una notte d'inverno un viaggiatore by Italo Calvino. L'impresa di cercare di scrivere romanzi 'apocrifi', cioè che immagino siano scritti da un autore che non sono io e che non esiste, l'ho portata fino in fondo nel mio libro Se una notte d'inverno un viaggiatore. È un romanzo sul piacere di leggere romanzi; protagonista è il Lettore, che per dieci volte comincia a leggere un libro che per vicissitudini estranee alla sua volontà non riesce a finire. Ho dovuto dunque scrivere l'inizio di dieci romanzi d'autori immaginari, tutti in qualche modo diversi da me e diversi tra loro... Più che d'identificarmi con l'autore di ognuno dei dieci romanzi, ho cercato d'identificarmi col lettore: rappresentare il piacere della lettura d'un dato genere, più che il testo vero e proprio. Ma soprattutto ho cercato di dare evidenza al fatto che ogni libro nasce in presenza d'altri libri, in rapporto e confronto ad altri libri.

I have the English version of the above book, If On A Winter's Night A Traveler, which is my first Calvino recommended to me by my Italian friend. Mine's a Kindle edition and I'm almost finished at 91% read. More Calvino books below.

Il barone rampante. Un ragazzo sale su di un albero, si arrampica tra i rami, passa da una pianta all'altra, decide che non scenderà più. L'Autore di questo libro non ha fatto che sviluppare questa semplice immagine e portarla alle estreme consequenze: il protagonista trascorre l'intera vita sugli alberi, una vita tutt'altro che da eremita, però sempre mantenendo tra sè e i suoi simili questa minima ma invalicabile distanza. Ne è nato un libro... che sfugge a ogni definizione precisa, così come il protagonista salta da un ramo di leccio a quello d'un carrubo e resta più inafferrabile d'un animale selvatico. Il vero modo d'accostarci a questo libro è quindi quello di considerarlo una specie di Alice nel paese delle meraviglie o di Peter Pan o di Barone di Munchhausen, cioè di riconoscerne la filiazione da quei classici dell'umorismo poetico e fantastico.
Marcovaldo. Approdato dalla campagna in una metropoli industrale, il manovale Marcovaldo si ostina a cercare la Natura nella grande città. È attento a qualsialsi variazione atmosferica e coglie minimi segni di vita animale e vegetale; ma ogni volta va incontro a uno scacco, a una delusione. Le sue avventure tragicomiche, pubblicate per la prima volta nel 1963, si snodano nello spazio di venti novelle, nelle queli si ripete per cinque volte il ciclo delle stagioni. Critica alla "civiltà industriale" non meno che all'idea di un possibile "ritorno indietro" nella storia, Marcovaldo rivela, anche grazie alla miracolosa levità della sua stuttura narrativa, tutta la ricchezza del rapporto di Italo Calvino con il mondo.

For Marcovaldo above, I watched the screening of the first episode of the movie at the Biblioteca nazionale centrale di Roma (National Central Library of Rome). I loved the movie! I managed to find all six episodes on YouTube and created a playlist to share it with you should you wish to watch them.

Io e te by Niccolò Ammaniti. Una cantina. Una bugia innocente. L'idea strampalata di una settimana bianca nelle viscere del proprio palazzo. E l'arrivo improvviso di una sconosciuta. Con una manciata di ingredienti Ammaniti costruisce un racconto di fulminea precisione sul più semplice e imperscrutabile dei misteri: come diventare grandi.

Ever since watching a movie trailer early last year for Me & You (adapted from the above book) directed by Bernardo Bertolucci, devo prendere il libro (I must get the book) and bought it I did in a Mondadori bookstore in Italy. My next step is to watch the movie.

Vita di Leonardo by Bruno Nardini. Architetto e scultore, pittore e ingegnere, studioso di anatomia e scrittore: la vita del genio più versatile del Rinascimento.

I bought The Life of Leonardo at the Vatican Museums. I was contemplating between buying the English and the Italian versions, and decided upon the latter. And finally,

Racconti in italiano edited by Nick Roberts. This new volume of nine short stories offers students of Italian at all levels the opportunity to enjoy a wide range of contemporary literature in the original, with the aid of parallel translations. The selection covers a rich variety of themes and styles, and includes stories by established literary figures such as Italo Calvino and Primo Levi as well as the new generation of writers. Aspects of Sicilian and Italian life are explored by Leonardo Sciascia and Goffredo Parise, Dacia Maraini tackles the controversial subject of abortion and Antonio Tabucchi looks at the nature of reality. Complete with notes, the stories make excellent reading in either language.

And that's a wrap! Plenty to keep me busy for a long, long time and for indulging in the beautiful language that is Italian. Buona lettura! Happy reading!

***

P/S: For more updates, LIKE me on my Facebook pages at Alice Teh and The Weekend Traveler, OR FOLLOW me on Twitter and Instagram. See you there!